Federalismo significa responsabilità - 17/06/2010

La legge 42/2009, istitutiva del federalismo fiscale, ha conferito delega al governo perché proceda - nell'arco di 24 mesi - all'emanazione di una serie di decreti per la realizzazione del progetto.

La legge 42/2009, istitutiva del federalismo fiscale, ha conferito delega al governo perché proceda - nell'arco di 24 mesi - all'emanazione di una serie di decreti per la realizzazione del progetto. Di questi, è esplicitamente previsto che il primo decreto sia approvato entro un anno dall'entrata in vigore della legge. I decreti emanati dal Governo devono ottenere un parere motivato dalla apposita Commissione Bicamerale per il Federalismo fiscale (composta da 15 deputati e 15 senatori) per poi essere definitivamente vagliati dallo stesso governo.

Il Decreto sul Federalismo Demaniale approvato è quindi il primo della serie, cui seguiranno a breve quelli in materia di fiscalità degli Enti Locali e di determinazione dei costi e fabbisogni standard per la completa realizzazione del federalismo fiscale, dal quale ci attendiamo una maggiore responsabilizzazione di ogni livello di governo (ogni amministratore dovrà spiegare ai propri elettori come e perché utilizza le risorse pubbliche e aumenta o diminuisce le tasse)  e - quindi - un drastico abbattimento di sprechi e diseconomie, e la conseguente riduzione del carico fiscale.

L'obiettivo del federalismo demaniale è quello di consentire, con il trasferimento dei beni agli Enti Locali, una maggior valorizzazione del patrimonio (spesso abbandonato e fatiscente) ed anche la possibilità di vendere parte del patrimonio disponibile, sulla base di progetti certificati che attestino la congruità del valore di alienazione.

E' importante rilevare che tutto l'introito delle eventuali vendite sarà destinato ad abbattimento del debito pubblico, per il 25% quello dello Stato e per il 75% quello degli enti Locali. In nessun caso sarà quindi possibile usare il ricavato per alimentare spesa corrente gettando il risultato della cessione patrimoniale.

Nel testo riformulato, a seguito delle molte modifiche apportate dalla Commissione, si prevede che:

-          La titolarità dei beni del demanio idrico e marittimo (fiumi, laghi, spiagge, coste...) sia trasferita alle Regioni, le quali potranno avvalersi delle Provincie per la gestione e per ripartire i canoni concessori ma non avranno la possibilità di venderli, perché i beni restano demaniali e - quindi indisponibili. E' quindi una menzogna quella di chi sostiene che stiamo svendendo il demanio dello Stato. Sono comunque esclusi dal trasferimento le strade statali, i parchi nazionali e le riserve naturali statali, i porti e gli aeroporti di interesse nazionale, i fiumi che percorrono più regioni, i giacimenti petroliferi e di gas ed i siti di stoccaggio dei gas.

-          Per tutti gli altri beni, l'Agenzia del Demanio provvederà alla redazione di una lista degli stessi (immobili, terreni ecc...) a fronte della quale gli Enti interessati potranno presentare una domanda di attribuzione, corredata da un progetto di valorizzazione. I beni saranno individuati sia in forma singola che - in alcuni casi - in gruppi, per evitare che l'opzione di trasferimento ricada solo sui beni appetibili lasciando quelli improduttivi allo Stato: chi vorrà ottenere il patrimonio, dovrà farsi carico delle parti buone e di quelle meno interessanti. Se un ente non chiede l'attribuzione del bene, in base al principio di sussidiarietà, la possibilità di scelta passa all'Ente immediatamente superiore per competenza territoriale.

-          I beni resi disponibili a fronte dei quali non sia intervenuta richiesta di attribuzione da parte degli Enti competenti, rientrano nella disponibilità dello Stato, che ogni due anni procede alla formulazione di un nuovo elenco nel quale rientrano sia quelli "inoptati" sia gli altri che dovessero aggiungersi anche a seguito di segnalazioni pervenute dagli enti territoriali. Ogni esclusione di beni dal novero di quelli trasmissibili deve essere motivata dall'Agenzia del Demanio o dall'Amministrazione dello Stato che possiede tali beni.

-          Gli Enti locali, per favorire la valorizzazione e la miglior vendita del patrimonio acquisito, possono conferire lo stesso in appositi fondi immobiliari a maggioranza pubblica, con l'eventuale partecipazione minoritaria di investitori istituzionali (banche, SIM, fondi privati ecc..). In ogni caso, il conferimento nel fondo deve avvenire dopo l'eventuale approvazione

-          di varianti urbanistiche che aumentino il valore dei beni, in modo che tale incremento sia di esclusiva competenza dell'Ente Locale e non siano possibili speculazioni.

-          Sotto il profilo economico, a decorrere dall'anno successivo al passaggio dei beni, sono tagliati i trasferimenti dallo Stato agli Enti locali in misura pari alle rendite collegate al patrimonio che divengono di competenza del territorio. Per quanto attiene i costi necessari per la gestione e manutenzione del patrimonio trasferito, gli stessi sono esclusi dal calcolo del patto di stabilità.

Federalismo significa responsabilità: ci pare una grande rivoluzione, culturale prima ancora che politico amministrativa.

On. Viviana Beccalossi (Coordinatore Provinciale PDL)

Claudia Carzeri (Capogruppo Consiglio Comunale)

Elenco di tutte le news.

Per leggere la notizia cliccare su uno dei titoli.
E' anche possibile ottenere il feed RSS/XML delle ultime 5 news.


Secondo incendio in un mese alla discarica Cava Verde di Montichiari - 22/07/2010 ->
Ancora un'altro incendio, il secondo nel giro di un mese alla discarica Cava Verde di Montichiari.
dossier informativo ddl intercettazioni - 24/06/2010 ->
dossier informativo ddl intercettazioni
Federalismo significa responsabilità - 17/06/2010 ->
Federalismo significa responsabilità
Il Popolo Della Libertà e l'elezione del sindaco - 28/04/2010 ->
Lettera del Coordinatore prov. del pdl Viviana Beccalossi
Montichiari: parte la raccolta porta a porta - 01/03/2010 ->
Sarà una novità importante nel panorama dell’ambiente a Montichiari
Attacco contro italiani a Kabul, 6 morti e 4 feriti. - 17/09/2009 ->
Attacco contro italiani a Kabul, 6 morti e 4 feriti.
Bresciaoggi - La Lega espelle Zanola Giunta sull'«Aventino» - 16/09/2009 ->
MONTICHIARI. Terremoto politico nella cittadina dopo la decisione del Carroccio, che colpisce sindaco e vicesindaco
Consiglio comunale, la MAGGIORANZA DISERTA! - 15/09/2009 ->
Il consiglio comunale indetto dalle minoranze consiliari, PDL - Lega Nord e Area Civica Monteclarense viene disertato da tutta la maggioranza.

[<<-] [<-] 1 [->] [->>]